lunedì 17 luglio 2017

Ricordi di un ragazzo del '35 - Tutti abbiamo avuto uno scimpanzè domestico, no?

Immagine correlata
http://www.sardegnasoprattutto.com/archives/6121
 Cari lettori,
oggi vi propongo un nuovo post di "Ricordi rubati"!
Attualmente mi trovo a Margno (LC), paesino tra le verdi montagne lombarde. Ieri ho raggiunto i 1500 metri d'altitudine con la funivia, per poi inerpicarmi tra i prati da pascolo per  raggiungere i 1729 metri di quota. Le camminate in luoghi montani sono sempre rigeneranti per me!

Voi siete partiti o siete ancora a casa?

Spero che il post sia di vostro gradimento! 

Ilario Regalin
1980 circa
Milano, Niguarda, Via Val Dossola 2

Un giorno mi stavo recando con mio figlio Paolo alla fiera dei fiori e degli uccelli che, periodicamente, aveva luogo a Milano in Via Moscova, nella Piazza della Chiesa di San Francesco.
Ci aggiravamo per le bancarelle intenti a curiosare e, improvvisamente, vedemmo una simpatica scimmia in vendita. Paolo mi supplicò di comprare l'esotico animale ed io, altrettanto entusiasta, decisi di accontentarlo.

Volendo risparmiare del denaro, proposi al negoziante un allettante scambio: il mio pappagallo brasiliano in cambio della scimmia. Egli accettò, considerando probabilmente il fatto che un volatile sarebbe stato più facile da vendere!
La nuova arrivata aveva trovato posto nel locale caldaia del condominio, dove vi era l'autoclave, l'impianto di riscaldamento e qualche utensile che conservavo lì.
 Era una animale simpatico se non fosse che nel giro di un mese era cresciuto in modo spropositato ... mangiava qualunque cosa! Consumava centinaia di caschi di banane! Economicamente sembrava di dover nutrire un terzo figlio.
Col passare del tempo iniziava a sorgermi il dubbio che quella non fosse una scimmia qualunque ma, uno scimpanzé: era destinato a diventare enorme.

Il problema, però, non era limitato al cibo, lo scimpanzé, infatti, oltre ad essere grande ed affamato, era anche estremamante esuberante ... allungava le braccia fuori dalla gabbia e distruggeva ogni cosa.
Un giorno, all'improvviso, sentii un gran fracasso provenire dalla caldaia: l'animale si era tirato addosso un armadio! Ero disperato, non sapevo più come gestire quella bestia!

Dovevo liberarmene.

Il giorno seguente andai in Via Passerini, dove c'era un negozio di animali: barattai la bestia per due docili canarini rosa, avvertendo il negoziante della vivacità della scimmia.
 Nel corso della notte lo scimpanzé distrusse l'intero negozio ... ovviamente non mi feci più rivedere da quelle parti.
 Lettori,
spero che questo nuovo post vi sia piaciuto!
Gli aneddoti di mio nonno sono sempre unici ed assurdi, non trovate?

Perché non mi raccontate qualcosa voi? Potete scrivermi un vostro personale ricordo giù nei commenti, su Facebook o su Google+ e, se mi autorizzate, potrete essere i protagonisti del prossimo "Ricordi rubati".

Con affetto,
Erica.

2 commenti:

Firefly Pointer