mercoledì 27 luglio 2016

Ricordi di un ragazzo del '61 - Salvia, rosmarino ed un paio di occhiali.


 Salvia, rosmarino ed un paio di occhiali.

Anni '70 - Niguarda (MI)

Renato Regalin

Quando avevo 10-12 anni avevo creato un piccolo orticello di erbe aromatiche sfruttando una striscia di terra adiacente alla parte esterna del muretto che delimitava il condominio in cui vivevo e, del quale i miei genitori erano i portinai.

C'era un ragazzo, probabilemnte della mia età o poco più grande, che viveva vicino a casa mia ed apparteneva ad una famiglia economicamente agiata; egli si divertiva, mentre io ero intento curare il mio orto, a calpestare e saltare sopra alle mie piantine di salvia e rosmarino! Ricorderò sempre la sua espressione sfacciata e sbruffona mentre rovinava il mio operato!

Ogni volta che quel maleducato decideva di divertirsi con le mie piante, dovevo sistemare e cercare di salvare il povero rosmarino e la povera salvia, le loro foglie erano ormai poltiglia!

Un giorno, sempre mentre mi dedicavo alla coltivazione nel mio piccolo terreno, il ragazzo arrivò e rincominciò violentemente a rovinare le mie amate erbe; una volta concluso il disfacimento si mise in piedi davanti a me con sguardo di sfida.

Io ribollivo di rabbia, senza parlare mi alzai e mi avvicinai a lui con un'espressione impassibile; lentamente gli sfilai dal viso i costosi occhiali da sole che indossava e li buttaia a terra iniziando a pestarli con un piede ... li ridussi in pezzi!

Il capricciso ragazzo sgomentato corse via ma, da quel giorno, grande rispetto!

I miei genitori tuttavia, dovettero risolvere la questione degli occhiali da sole parlando con il padre del ragazzo e rimborsandogli il denaro.

______________

Buongiorno a tutti! Spero che anche questo post della rubrica "Ricordi rubati" vi sia piaciuto! Sto ancora leggendo "La casa in collina" di Cesare Pavese e non so tra quanto riuscirò a schedarlo.

Probabilmente il prossimo post sarà dedicato ad una poesia!

Se vi va commentate con un vostro ricordo ...

Erica.

5 commenti:

  1. "Chi la fa l' aspetti" non è un modo di dire, è una legge.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero e giusto :) Grazie di cuore per aver commentato!

      Elimina
  2. Grande! Io avrei fatto lo stesso!
    Bellissima rubrica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il complimento! Sono felice che ti piaccia:D

      P.s. Anche qui stesso problema dell'altro post, il tuo commento risultava doppio ed uno l'ho eliminato :)

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Firefly Pointer