giovedì 2 giugno 2016

La plafoniera e una mosca morta


Mercoledì 1 giugno 2016 mi trovavo a scuola, ero intenta ad ascoltare la lezione di biologia, anche se l'anatomia non è la materia che preferisco.
Stavo leggendo il libro scolastico inserito sul mio tablet, dispositivo che non amo particolarmente, sopratutto per la lettura e per lo studio. 
Ero intenta a sottolineare le nozioni più importanti, quando inaspettatamente i miei occhi hanno deciso di cambiare punto di fuoco e, mi ritrovai non più a leggere le parole sul display LCD ma ad osservare il riflesso del soffitto sullo schermo vetroso.
Vidi la plafoniera in plastica semitrasparente che ricopre le lunghe lampade a LED; con stupore notai che al suo interno vi era una mosca, una mosca morta.
Nella mia mente vidi quel povero diptero volare in modo confusionario, scattando da una parte all'altra della piccola prigione di luce abbattendosi sulle pareti di plexiglas rugoso. Dopo qualche tempo, vidi apparire negli occhi dell'insetto la consapevolezza che non vi è via di uscita e, con questo sentimento di rassegnazione, lo vedo lasciarsi cadere senza vita su quella parete fredda.

Questo fatto accaduto nella quarta ora di un normalissimo mercoledì quasi estivo mi ha portata ad una riflessione sui punti di vista:

Specchio

Mira
il riflesso delle arcane forme svelate dall'estensione riflettente.

Mistico
come essa ti porti alla concezione d'esistenza d'aspetto,
senza
ti conosceresti?

Mira
attraverso codesto macchinoso piano 
scoverai mirabilie in ignoti spazi
senza 
volgere il capo.

Migliaia di nuove prospettive satureranno il tuo senno.
E per un attimo 
adotta l'occhio d'entomologo e scova i dipteri a riposo sui crisantemi.
Quando li vedrai, rinnega l'estensione riflettente,
è divenuta superflua.
 Parafrasi/Interpretazione:
Guarda il riflesso delle tue misteriose(=arcane)forme svelate dallo specchio (=superficie riflettente). Mistico come esso ti permetta di conoscere il tuo aspetto e di avere consapevolezza della tua persona, senza di esso ti conosceresti? Guarda questa superficie riflettente e attraverso nuove prospettive (dovute dall'uso dello specchio) scoprirai meraviglie (=mirabilie)senza dover girare la testa, basta restare immobili(poichè tramite il riflesso nello specchio puoi vedere tutto ciò che ti circonda anche non muovendoti). Migliaia di nuove prospettive e modi di vedere satureranno la tua mente (=senno), sarai infatti affascinato da questo tuo nuovo sguardo e vorrai avidamente conoscere ogni cosa in un modo nuovo. Per un attimo, poniti però come un entomologo e cerca di vedere tutte le piccole e straordinarie cose precluse ad un distratto occhio umano(=guarda/nota la mosca(=diptero) sui crisantemi(=simboleggiano il lutto, significato legato ad una perdita personale, il cui defunto era un entomologo). Quando riuscirai a scorgerle, getta/ripudia lo specchio, non ne hai più bisogno. Riuscirai a vedere il nuovo mondo, grazie ad una nuova prosettiva(=modo di vedere). In sintesi, la mia riflessione è un esortazione a riabbituare l'occhio a vedere tutto, anche le cose più piccole e che ci appaiono insignificanti, come una mosca morta in una plafoniera di plexiglas.
Spero vivamente che possiate apprezzare queste cose insolite che vedo e che mi portano a pensieri improbabili.
Erica

Nessun commento:

Posta un commento

Firefly Pointer